Il metodo

La “Via del guerriero” è un metodo di lavoro che prevede un intensa esposizione dei ragazzi al lavoro nella materia, ed in particolare al contatto con gli elementi naturali. Il lavoro nel bosco, il fuoco, il bagno nella cascata, la sauna, raggiungere una vetta, le discipline olistiche, i laboratori di restauro, cucinare, sono solo alcune delle attività che animano gli stage. Tutto questo lavoro viene proposto come training per diventare un guerriero, che diventa il simbolo ed il contenitore emotivo sul quale ci muoviamo. L’assunto di base parte dal presupposto che soprattutto in ragazzi con diagnosi di disturbo neuropsichiatrico ci sia una scarsa confidenza con la materia, per materia intendiamo tutto ciò che di fisico ci circonda. La materia viene spesso vista con paura, diffidenza, talvolta con terrore. Altre volte viene attaccata con rabbia e spesso viene sentita come fonte di fastidio oppure diventa oggetto di stereotipie o di modalità ossessivo/compulsive. Ecco noi vogliamo avviare un trattato di pace insieme a loro e fare in modo che la materia per loro diventi soprattutto una fonte di piacere, uno strumento per “sentire“, per ridare campo ai sensi.

Tutto ciò è realizzabile nella relazione con gli operatori, che diventano i mediatori di questo processo dove il ragazzo impara ad entrare in contatto con i propri stati d’animo interni proprio attraverso il lavoro con la materia. In questo modo la tecnica psicoanalitica e psicoterapeutica riemergono e diventano fondamentali per riordinare i pensieri e per dare senso alle varie esperienze, ma il loro campo di applicazione esce dai confini della stanza e si appropria degli ambienti naturali, dei laboratori, del lavoro sul corpo, diventa uno stile di osservazione e di percezione che gli operatori condividono con i ragazzi. La “Via del guerriero” diventa un modello di costruzione delle relazioni, uno spazio sul quale proiettare i propri vissuti con fiducia, in cui uscire dalle strettoie degli ambulatori e costruire qualcosa di appassionante per tutti gli attori del progetto.